Seguici su:

ad leaderboard

Assegno di accompagnamento, cos’è?

corpo

L’assegno di accompagnamento, chiamato più correttamente INDENNITA’ di accompagnamento, è una somma di denaro che l’INPS dà in favore degli invalidi civili.

Gli invalidi civili sono tutte quelle persone che hanno deficit o menomazioni fisiche, psichiche o intellettive, non causate da incidenti di guerra o lavoro, e che di conseguenza non sono autonome nella vita di tutti i giorni.  Hanno bisogno quindi di una persona che sia in grado di fornire assistenza.  L’assistenza ovviamente varia in base alla difficoltà dell’invalido.

L’assegno di accompagnamento viene erogato mensilmente dal 1° giorno del mese successivo alla presentazione della domanda, viene fornito a prescindere dal reddito ed è compatibile con attività lavorativa o pensione. Quindi posso lavorare o avere una pensione ed avere anche l’indennità di accompagnamento.

Non è invece possibile usufruirne se già si ha un’indennità derivante da cause di guerra, lavorative o di servizio.

La cifra viene fissata ogni anno ed è composta da 12 mensilità ( nel 2015 era di 508,55 € al mese ).

L’assegno di accompagnamento spetta a coloro che hanno dei precisi requisiti:

devono avere un’invalidità totale e permanente del  100%. (per saperne di più sull’invalidità civile guarda il video )

non devono essere in grado di camminare da soli o di svolgere le normali azioni della vita quotidiana, come vestirsi, lavarsi, mangiare…

devono avere la cittadinanza italiana

Possono avere l’indennità di accompagnamento anche i cittadini dell’Unione Europea che risultano iscritti all’anagrafe del Comune di residenza e i cittadini extra comunitari che possiedano il permesso di soggiorno.

Cosa fondamentale è avere una residenza stabile sul territorio nazionale.

L’assegno di accompagnamento non viene fornito all’invalido se si trova ricoverato gratuitamente in ricoveri o in reparti di lungodegenza o riabilitativi.

immagine in art inf

video

Ultime news

Quando è obbligatorio presentare la dichiarazione dei redditi per badanti e colf 2019

Anche i lavoratori domestici hanno diritto al bonus 80€ 2019 ma con delle differenze.

La malattia professionale nel lavoro domestico - un caso sociale. 

© 2015 Il Cerca Badanti - Tutti i diritti riservati.

SEGUICI SU:

Powered by Weblitz